21 mag 2013

PROMEMORIA SUI CASTAGNETI CIMINI, PATRIMONIO DELL'UMANITA'

Promemoria dalla CoopCast VT  sulla lotta al Cinipide del Castagno e gli altri insetti infestanti i castagneti:

Metodo Alma
(Solo Torymus – Alberto Alma - Unitorino)
Rinaturalizzazione (Avifauna, Insetti Antagonisti e Nematodi - Silvano Onofri - Unituscia)
Castagneti guariti dopo sette anni: dopo il 1 Giugno 2013 Alma è disponibile ad ospitarci per visitare castagneti piemontesi guariti dopo sette anni di solo Torymus



Fitofarmaci
Arpav Veneto: I metodi di difesa chimica delle colture, attuati per molto tempo con prodotti a largo spettro, hanno provocato una drastica semplificazione dell’agroecosistema, con riduzione della biodiversità, con la significativa contrazione numerica di alcune popolazioni e con la conseguente comparsa di forti densità di specie dannose, in precedenza assai rarefatte, o la tendenza di specie occasionalmente dannose a mutarsi in infestanti stabili.
I fitofarmaci uccidono Il Torymus Sinensis e gli altri insetti antagonisti e predatori del Cinipide del Castagno. Uccidono anche l’avifauna insettivora ovvero quegli uccelli, come la cinciallegra e simili, che divorano enormi quantità di plancton aereo, insetti e loro larve nel terreno, sui tronchi degli alberi, in aria.
Decreto Legislativo 150 del 2012 vedi Articolo 24 Sanzioni
Patrizia Gentilini: Decine di studi confermano: gravi effetti dei fitofarmaci sulla salute, specie dei bambini. 

Rispettare il sottobosco, i Nematodi
Rispettare il sottobosco fino alla seconda metà di settembre quando si procederà non alla sua distruzione ma alla falciatura o alla tosatura senza scalfire il suolo al fine di non uccidere i nematodi che attaccano le larve degli insetti infestanti (Cydie, Balanino, etc.)

Integrazione al Reddito Minimo di Dignità
Integrazione da riconoscere ai castanicoltori colpiti dal Cinipide del Castagno e dalle altre infestazioni purché si impegnino alla lotta biologica ed alla Rinaturalizzazione dei Castagneti. 

UNESCO
Castagneti Secolari dei Monti Cimini Sito riconosciuto come Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

08 mag 2013

FESTA DEL PANE: Marradi 19 maggio 2013


Ritorna con la primavera "Pane e companatico: dalla spiga alla pagnotta...Il pane in tutte le sue forme", la bella manifestazione per la promozione e valorizzazione del 'Pane di Marradi e dei prodotti tipici locali.

Edizione 2011


Edizione 2011: la fattoria in piazza
 Ci divertiremo con la Festa del pane in tutte le sue forme e condimenti: olio, pomodoro, basilico, pepe, salumi, lardo, vino e zucchero, burro, cioccolato, marmellata, marroni: cerchiamo di inventare gli abbinamenti più nuovi e contemporaneamente di riscoprire gli usi più antichi.
Cercate Via Tamburini, ove sarà allestito il ristoro “Delizie di pane” in cui saranno serviti piatti succulenti della cucina povera quali: la pappa al pomodoro e la panzanella.

In piazza, sulla scalinata del Comune, i Maggiaioli intratterranno i visitatori facendoli cantare assieme a loro, mentre i fornai marradesi impasteranno la bianca farina di grano con la nostra “acqua degli allocchi” e prepareranno le pagnotte da infornare con la “panera” nel forno caldo. A cottura ultimata il pane caldo verrà sfornato per la curiosità di quanti non hanno mai visto il “ciclo del pane”.

Durante l'arco della giornata intrattenimento musicale con il gruppo Duostile in concerto.
Nel centro del villaggio, Piazza Scalelle si trasformerà in una  'Fattoria' con la rappresentazione della vita contadina con animali da cortile: in orari prefissati la messa in funzione di una vecchia “macchina da battere”.
Tantissimi saranno i punti di degustazione organizzati dalle associazioni del territorio e, per chi lo desidera, verranno allestite piccole zone di sosta con tavole e panche. 

Edizione 2011: canti tradizionali
                                                                                                                                                                        Ovviamente i forni del paese saranno aperti con la produzione di pane, schiacciate, pizze e prodotti tipici.

Come sorpresa per il 2013, daremo la possibilità di fare delle passeggiate accompagnate con partenza alle ore 10.
Si potrà scegliere tra 3 differenti percorsi: uno più propriamente trekking che toccherà anche l'Abbazia di S. Reparata, uno paesaggistico che vi farà conoscere gli scorci più incantevoli del nostro piccolo centro storico e uno culturale con la visita del Centro Culturale “Dino Campana” all'interno del quale sono presenti 3 diverse esposizioni d'arte.


Ci vediamo a Marradi !



COME ARRIVARE
In Auto

DA FIRENZE
Autostrada A1; uscita Barberino di Mugello; SS Barberino - Borgo San Lorenzo; SR 302 direzione Faenza

DA BOLOGNA
Autostrada A14 direzione Rimini; uscita Faenza; 
strada regionale 302 direzione Firenze

DA FORLI'
Autostrada A14 direzione Bologna; uscita Faenza
strada regionale 302 direzione Firenze

In Treno

Sia da Firenze che da Faenza prendere la Linea ferroviaria "Faentina": scendere a "Marradi/Palazzuolo sul Senio".
Per consultare gli orari dei treni visitare il sito web : Ferroviedellostato.it/